Scuola è Famiglia

Verso un nuovo patto educativo

Alternanza Scuola Lavoro

Alternanza Scuola Lavoro

Alternanza Scuola Lavoro

Il Cgf è impegnato da tempo sul tema dell’alternanza scuola lavoro, ritenendolo di estrema importanza per i ragazzi, qualora vissuto nello spirito giusto, che prevede anche la sostituzione in orario curricolare dell’attività didattica, con un’esperienza formativa nel mondo del lavoro.

E’ un’esperienza fortemente educativa finalizzata a sprigionare curiosità, favorire orientamenti,stimolare aspirazioni, ma con una diversa e maggiore consapevolezza.

Proviamo insieme a capirne di più.

COS’E’ L’ALTERNANZA

UN’ESPERIENZA FORMATIVA innovativa per unire sapere e saper fare, orientare le aspirazioni degli studenti e aprire didattica e apprendimento al mondo esterno. Perché una risposta strutturale alla disoccupazione è una scuola collegata con il mondo del lavoro. Con l’alternanza scuola-lavoro, viene introdotto in maniera universale un METODO DIDATTICO E DI APPRENDIMENTO sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che chiama in causa anche gli adulti, nel loro ruolo di tutor interni (docenti) e tutor esterni (referenti della realtà ospitante).

L’alternanza favorisce la comunicazione intergenerazionale, pone le basi per uno scambio di esperienze e crescita reciproca. Non solo imprese e aziende, ma anche associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, istituzioni e ordini professionali possono diventare partner educativi della scuola per sviluppare in sinergia esperienze coerenti alle attitudini e alle passioni di ogni ragazza e di ogni ragazzo.

I TEMPI DI ATTUAZIONE

Dall’anno scolastico 2015/2016, l’alternanza è obbligatoria per gli studenti del terzo anno: le 200 ore rimangono comunque un obiettivo del triennio.

Dal corrente anno scolastico 2016/2017 l’alternanza è obbligatoria per gli studenti del terzo e del quarto anno. A regime, dall’anno scolastico 2017/2018, saranno coinvolti tutti gli studenti del triennio.

DEFINIRE E DISTINGUERE L’ALTERNANZA

Il Progetto/Percorso di alternanza scuola lavoro si articola in moduli didattico-informativi, svolti i classe o in azienda, e in moduli di apprendimento pratico all’interno del contesto lavorativo.

Rispetto al tirocinio/allo stage, l’alternanza scuola lavoro è un percorso più strutturato e sistematico dotato di obbligatorietà, forte impegno organizzativo con un dispiego di esperienze all’interno di un triennio. L’alternanza è parte integrante della metodologia didattica e del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, mentre il tirocinio è un semplice strumento formativo.

L’alternanza scuola lavoro si distingue anche dall’apprendistato in quanto si configura come

PROGETTO FORMATIVO E NON COME RAPPORTO DI LAVORO. L’apprendistato è un vero e proprio rapporto di lavoro che prevede un contratto, un piano formativo e l’aderenza alla normativa del Jobs Act.

UN NUOVO PATTO TRA SCUOLA E MONDO DEL LAVORO

L’alternanza scuola lavoro è UN’ESPERIENZA EDUCATIVA, co-progettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo. Il percorso di alternanza scuola-lavoro offre agli studenti l’opportunità di inserirsi, in periodi determinati con la struttura ospitante, in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività. La comprensione delle attività e dei processi svolti all’interno di una organizzazione per poter fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti, favorisce lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” che significa saper tradurre le idee in azione. E’ la competenza chiave europea in cui rientrano la creatività, l’innovazione e l’assunzione di rischi, come anche la capacità di pianicare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi. È una competenza che aiuta gli individui ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere le opportunità che si presentano.

LO STUDENTE IN ALTERNANZA NON È MAI UN LAVORATORE, MA APPRENDE

COMPETENZE COERENTI CON IL PERCORSO DI STUDI SCELTO IN REALTA’ OPERATIVE.

Pur nella differenza dei ruoli e delle competenze, le scuole e il mondo del lavoro sono sollecitati ad interagire per una maggiore corresponsabilità educativa e sociale orientata alla valorizzazione delle aspirazioni degli studenti nell’ottica di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

REGISTRO NAZIONALE DELLE IMPRESE

Il comma 40 dell’art.1 della Legge 107/2015 stabilisce che il dirigente scolastico individua, all’interno del registro di cui al comma 41, le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili all’attivazione dei percorsi per stipulare apposite convenzioni anche finalizzate a favorire l’orientamento scolastico e universitario dello studente.

Il comma 41 dell’art.1 della Legge 107/2015 stabilisce che il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro è istituito presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura in accordo con il Ministero dell’istruzione, università e ricerca sentito il Ministero dello sviluppo economico e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Il registro è composto da:

• un’area aperta e consultabile gratuitamente in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici o privati disponibili a svolgere i percorsi di alternanza. Per ciascuna impresa o ente, il registro riporta il numero massimo degli studenti ammissibili nonché i periodi dell’anno in cui è possibile svolgere l’attività di alternanza;

• una sezione speciale del registro delle imprese, di cui all’articolo 2188 del codice civile, a

cui devono essere iscritte le imprese per l’alternanza scuola-lavoro; tale sezione consente la condivisione delle informazioni relative all’anagrafica, all’attività svolta, ai soci e agli altri collaboratori, al fatturato, al patrimonio netto, al sito internet e ai rapporti con gli altri operatori della filiera delle imprese che attivano percorsi di alternanza.

Il Registro Nazionale Alternanza Scuola Lavoro (http://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home),

è quello a cui si riferiscono le Scuole per l’individuazione degli Enti pubblici e privati disponibili ad accogliere i ragazzi ai fini dell’AS-L. E’ stato recentemente istituito uno sportello al quale si possono riferire per informazioni tutti coloro che vogliono iscriversi all’interno del Registro stesso (Aziende private, Enti pubblici, Musei,Associazioni, ecc.; tel 0498208229, email alternanza@pd.camcom.it).

LINK UTILI

http://www.istruzione.it/alternanza/cosa_alternanza.shtml

www.istruzione.it/allegati/2015/guidaASLinterattiva.pdf

Per eventuali chiarimenti o suggerimenti il Comitato Genitori Fermi sarà a vostra disposizione. Conttattateci senza esitare e saremo lieti di fare la vostra conoscenza cercando, entro i limiti delle nostre possibilità, di fornirvi una risposta adeguata.

Redazione

Lascia un commento